Rischio concreto per i ragazzi: poca o nessuna pensione. Un furto di futuro.

a. La nostra risposta: modello pensionistico a capitalizzazione individuale. Lo Stato lasci ogni cittadino libero di versare i propri contributi al fondo privato che ciascuno ritenga migliore e più affidabile (l’essenziale è avere una copertura: poi ognuno scelga se pubblica o privata), per poter stabilire liberamente quando e a che condizioni andare in pensione.

b. Studenti: operazione “Premiamo il merito”, prestito agli studenti capaci e meritevoli a cui lo Stato deve garantire l’università, se frequentata con profitto.